La Storia della Dorbena AG

Il terreno a Mühleholz su cui sorgerà la fabbrica è menzionato per la prima volta negli atti nel 1860. La ditta Heinrich Weilenmann & Co chiede infatti l'autorizzazione a costruire un cotonificio. Nell'area dell'attuale Dorbena AG comincia così l'industrializzazione del paese. Già nel 1862 i locali della fabbrica vengono notevolmente ampliati e nel 1866 la ditta viene poi trasformata in "Weilenmann und Wachter, mech. Baumwollweberei in Vaduz-Mühleholz".

Nel 1874 la ditta occupa 50 dipendenti e conta 100 telai in funzione. Nel 1877, per cause non note, il cotonificio fallisce e viene messo all'asta. Nel 1884 viene venduto alla Gebrüder Rosenthal AG.

Durante la prima guerra mondiale si verifica una crisi delle materie prime. Nel 1916 la Svizzera sospende la fornitura di filati in Liechtenstein perché il Liechtenstein non è considerato neutrale dagli Alleati.

Nel 1916 la ditta Gebrüder Rosenthal AG vende la fabbrica di Mühleholz alla "Adolf Schwab, Hammersteiner Weberei und Spinnerei AG" di Vienna.

Nel 1931 la ditta "L.H. Lorch, Esslingen" rileva la fabbrica e ne fa una manifattura sperimentale per macchinari per la lavorazione di piume e piumini. Nel 1939 i signori Hanauar & Schmidt acquistano la fabbrica che, fino al 1959, vende soprattutto piume e piumini per articoli da letto.

Nel 1959 il signor Oesch, che abita a Schaan dal 1955, acquista la ditta e per prima cosa vi integra un reparto cucito per offrire alla clientela anche piumoni e cuscini già confezionati.

Nel 1963 il nome della ditta cambia da Hanauer & Schmidt in Dorbena AG. Nasce così l'attuale Dorbena.

Negli anni '80 i locali esistenti vengono ottimizzati grazie ad un ampliamento in sopraelevazione. Con l'ultima ristrutturazione, portata a termine nel 2006, viene realizzato un ampio locale adibito alla formazione dei nostri clienti. Nell'ambito della produzione, negli ultimi anni si è provveduto a ottimizzare i cicli di lavorazione.

Dalla fine del 2004 la Dorbena è licenziataria della Christian Fischbacher di San Gallo. Da allora, con questo noto marchio, può esportare con successo all'estero una gamma di articoli da letto della migliore qualità.

Dopo la morte del signor Oesch, avvenuta nel 1992, la ditta passa nelle mani della figlia Mirjam Frei e del figlio Josef Oesch. Nel maggio 2008 l'esercizio passa, nella misura del 50% ciascuno, alla generazione successiva, cioè all'amministratore Markus Freuler e a Peter Frei, figlio di Mirjam Frei-Oesch.